Capitolo 3
3:1 Ecco infatti, il Signore, Dio degli eserciti,
toglie a Gerusalemme e a Giuda
ogni genere di sostegno,
ogni riserva di pane
e ogni sostentamento d'acqua,

3:2 il prode e il guerriero,
il giudice e il profeta,
l'indovino e l'anziano,

3:3 il capo di una cinquantina e il notabile,
il consigliere e il mago sapiente
e l'esperto di incantesimi.

3:4 Io metterò come loro capi ragazzi,
monelli li domineranno.

3:5 Il popolo userà violenza: l'uno contro l'altro,
individuo contro individuo;
il giovane tratterà con arroganza l'anziano,
lo spregevole, il nobile.

3:6 Poiché uno afferra l'altro
nella casa del padre:
Tu hai un mantello: sii nostro capo;
prendi in mano questa rovina!.

3:7 Ma quegli si alzerà in quel giorno per dire:
Non sono un medico;
nella mia casa non c'è pane
né mantello;
non mi ponete a capo del popolo!.

3:8 Certo, Gerusalemme va in rovina
e Giuda crolla,
perché la loro lingua e le loro opere sono contro il Signore,
fino ad offendere la vista della sua maestà divina.

3:9 La loro parzialità verso le persone li condanna
ed essi ostentano il peccato come Sòdoma:
non lo nascondono neppure; disgraziati!
Si preparano il male da se stessi.

3:10 Beato il giusto, perché egli avrà bene,
mangerà il frutto delle sue opere.

3:11 Guai all'empio! Lo colpirà la sventura,
secondo i misfatti delle sue mani avrà la mercede.

3:12 Il mio popolo! Un fanciullo lo tiranneggia
e le donne lo dominano.
Popolo mio, le tue guide ti traviano,
distruggono la strada che tu percorri.

3:13 Il Signore appare per muovere causa,
egli si presenta per giudicare il suo popolo.

3:14 Il Signore inizia il giudizio
con gli anziani e i capi del suo popolo:
Voi avete devastato la vigna;
le cose tolte ai poveri sono nelle vostre case.

3:15 Qual diritto avete di opprimere il mio popolo,
di pestare la faccia ai poveri?.
Oracolo del Signore, Signore degli eserciti.

3:16 Dice il Signore:
Poiché si sono insuperbite le figlie di Sion
e procedono a collo teso,
ammiccando con gli occhi,
e camminano a piccoli passi
facendo tintinnare gli anelli ai piedi,

3:17 perciò il Signore renderà tignoso
il cranio delle figlie di Sion,
il Signore denuderà le loro tempie.

3:18 In quel giorno il Signore toglierà l'ornamento di fibbie, fermagli e lunette,

3:19 orecchini, braccialetti, veli,

3:20 bende, catenine ai piedi, cinture, boccette di profumi, amuleti,

3:21 anelli, pendenti al naso,

3:22 vesti preziose e mantelline, scialli, borsette,

3:23 specchi, tuniche, cappelli e vestaglie.

3:24 Invece di profumo ci sarà marciume,
invece di cintura una corda,
invece di ricci calvizie,
invece di vesti eleganti uno stretto sacco,
invece di bellezza bruciatura.

3:25 I tuoi prodi cadranno di spada,
i tuoi guerrieri in battaglia.

3:26 Si alzeranno lamenti e gemiti alle tue porte
e tu, disabitata, giacerai a terra.