Numeri 32
32:1 I figli di Ruben e i figli di Gad avevano bestiame in numero molto grande; quando videro che il paese di Iazer e il paese di Gàlaad erano luoghi da bestiame,
32:2 i figli di Gad e i figli di Ruben vennero a parlare a Mosè, al sacerdote Eleazaro e ai principi della comunità e dissero:
32:3 Atarot, Dibon, Iazer, Nimra, Chesbòn, Eleale, Sebam, Nebo e Beon,
32:4 terre che il Signore ha sconfitte alla presenza della comunità d'Israele, sono terre da bestiame e i tuoi servi hanno appunto il bestiame.
32:5 Aggiunsero: Se abbiamo trovato grazia ai tuoi occhi, sia concesso ai tuoi servi il possesso di questo paese: non ci far passare il Giordano.
32:6 Ma Mosè rispose ai figli di Gad e ai figli di Ruben: Andrebbero dunque i vostri fratelli in guerra e voi ve ne stareste qui?
32:7 Perché volete scoraggiare gli Israeliti dal passare nel paese che il Signore ha dato loro?
32:8 Così fecero i vostri padri, quando li mandai da Kades-Barnea per esplorare il paese.
32:9 Salirono fino alla valle di Escol e, dopo aver esplorato il paese, scoraggiarono gli Israeliti dall'entrare nel paese che il Signore aveva loro dato.
32:10 Così l'ira del Signore si accese in quel giorno ed egli giurò:
32:11 Gli uomini che sono usciti dall'Egitto, dall'età di vent'anni in su, non vedranno mai il paese che ho promesso con giuramento ad Abramo, a Isacco e a Giacobbe, perché non mi hanno seguito fedelmente,
32:12 se non Caleb, figlio di Iefunne, il Kenizzita, e Giosuè figlio di Nun, che hanno seguito il Signore fedelmente.
32:13 L'ira del Signore si accese dunque contro Israele; lo fece errare nel deserto per quarant'anni, finché fosse finita tutta la generazione che aveva agito male agli occhi del Signore.
32:14 Ed ecco voi sorgerete al posto dei vostri padri, razza di uomini peccatori, per aumentare ancora l'ira del Signore contro Israele.
32:15 Perché se voi non volete più seguirlo, il Signore continuerà a lasciarlo nel deserto e voi farete perire tutto questo popolo.
32:16 Ma quelli si avvicinarono a lui e gli dissero: Costruiremo qui ovili per il nostro bestiame e città per i nostri fanciulli;
32:17 ma, quanto a noi, ci terremo pronti in armi, per marciare davanti agli Israeliti, finché li avremo condotti al luogo destinato loro; intanto, i nostri fanciulli dimoreranno nelle fortezze per timore degli abitanti del paese.
32:18 Non torneremo alle nostre case finché ogni Israelita non abbia preso possesso della sua eredità;
32:19 non possiederemo nulla con loro al di là del Giordano e più oltre, perché la nostra eredità ci è toccata da questa parte del Giordano, a oriente.
32:20 Allora Mosè disse loro: Se fate questo, se vi armate per andare a combattere davanti al Signore,
32:21 se tutti quelli di voi che si armeranno passeranno il Giordano davanti al Signore finché egli abbia scacciato i suoi nemici dalla sua presenza,
32:22 se non tornerete fin quando il paese vi sarà sottomesso davanti al Signore, voi sarete innocenti di fronte al Signore e di fronte a Israele e questo paese sarà vostra proprietà alla presenza del Signore.
32:23 Ma, se non fate così, voi peccherete contro il Signore; sappiate che il vostro peccato vi raggiungerà.
32:24 Costruitevi pure città per i vostri fanciulli e ovili per i vostri greggi, ma fate quello che la vostra bocca ha promesso.
32:25 I figli di Gad e i figli di Ruben dissero a Mosè: I tuoi servi faranno quello che il mio signore comanda.
32:26 I nostri fanciulli, le nostre mogli, i nostri greggi e tutto il nostro bestiame rimarranno qui nelle città di Gàlaad;
32:27 ma i tuoi servi, tutti armati per la guerra, andranno a combattere davanti al Signore, come dice il mio signore.
32:28 Allora Mosè diede per loro ordini al sacerdote Eleazaro, a Giosuè figlio di Nun e ai capifamiglia delle tribù degli Israeliti.
32:29 Mosè disse loro: Se i figli di Gad e i figli di Ruben passeranno con voi il Giordano tutti armati per combattere davanti al Signore e se il paese sarà sottomesso davanti a voi, darete loro in proprietà il paese di Gàlaad.
32:30 Ma se non passano armati con voi, avranno la loro proprietà in mezzo a voi nel paese di Cànaan.
32:31 I figli di Gad e i figli di Ruben risposero: Faremo come il Signore ha ordinato ai tuoi servi.
32:32 Passeremo in armi davanti al Signore nel paese di Cànaan, ma il possesso della nostra eredità resti per noi di qua dal Giordano.
32:33 Mosè dunque diede ai figli di Gad e ai figli di Ruben e a metà della tribù di Manàsse, figlio di Giuseppe, il regno di Sicon, re degli Amorrèi, e il regno di Og, re di Basan: il paese con le sue città comprese entro i confini, le città del paese che si stendeva intorno.
32:34 I figli di Gad ricostruirono Dibon, Atarot, Aroer,
32:35 Aterot-Sofan, Iazer, Iogbea,
32:36 Bet-Nimra e Bet-Aran, fortezze, e fecero ovili per i greggi.
32:37 I figli di Ruben ricostruirono Chesbòn, Eleale, Kiriataim,
32:38 Nebo e Baal-Meon, i cui nomi furono mutati, e Sibma e diedero nomi alle città che avevano ricostruite.
32:39 I figli di Machir, figlio di Manàsse, andarono nel paese di Gàlaad, lo presero e ne cacciarono gli Amorrèi che vi abitavano.
32:40 Mosè allora diede Gàlaad a Machir, figlio di Manàsse, che vi si stabilì.
32:41 Anche Iair, figlio di Manàsse, andò e prese i loro villaggi e li chiamò villaggi di Iair.
32:42 Nobach andò e prese Kenat con le dipendenze e la chiamò Nobach.