Salmi Capitolo 120-125
120


120:1 Canto delle ascensioni.
Nella mia angoscia ho gridato al Signore
ed egli mi ha risposto.

120:2 Signore, libera la mia vita
dalle labbra di menzogna,
dalla lingua ingannatrice.

120:3 Che ti posso dare, come ripagarti,
lingua ingannatrice?

120:4 Frecce acute di un prode,
con carboni di ginepro.

120:5 Me infelice: abito straniero in Mosoch,
dimoro fra le tende di Cedar!

120:6 Troppo io ho dimorato
con chi detesta la pace.

120:7 Io sono per la pace, ma quando ne parlo,
essi vogliono la guerra.


121


121:1 Canto delle ascensioni.
Alzo gli occhi verso i monti:
da dove mi verrà l'aiuto?

121:2 Il mio aiuto viene dal Signore,
che ha fatto cielo e terra.

121:3 Non lascerà vacillare il tuo piede,
non si addormenterà il tuo custode.

121:4 Non si addormenterà, non prenderà sonno,
il custode d'Israele.

121:5 Il Signore è il tuo custode,
il Signore è come ombra che ti copre,
e sta alla tua destra.

121:6 Di giorno non ti colpirà il sole,
né la luna di notte.

121:7 Il Signore ti proteggerà da ogni male,
egli proteggerà la tua vita.

121:8 Il Signore veglierà su di te, quando esci e quando entri,
da ora e per sempre.

122


122:1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
Quale gioia, quando mi dissero:
Andremo alla casa del Signore.

122:2 E ora i nostri piedi si fermano
alle tue porte, Gerusalemme!

122:3 Gerusalemme è costruita
come città salda e compatta.

122:4 Là salgono insieme le tribù,
le tribù del Signore,
secondo la legge di Israele,
per lodare il nome del Signore.

122:5 Là sono posti i seggi del giudizio,
i seggi della casa di Davide.

122:6 Domandate pace per Gerusalemme:
sia pace a coloro che ti amano,

122:7 sia pace sulle tue mura,
sicurezza nei tuoi baluardi.

122:8 Per i miei fratelli e i miei amici
io dirò: Su di te sia pace!.

122:9 Per la casa del Signore nostro Dio,
chiederò per te il bene.


123


123:1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
A te levo i miei occhi,
a te che abiti nei cieli.

123:2 Ecco, come gli occhi dei servi
alla mano dei loro padroni;
come gli occhi della schiava,
alla mano della sua padrona,
così i nostri occhi sono rivolti al Signore nostro Dio,
finché abbia pietà di noi.

123:3 Pietà di noi, Signore, pietà di noi,
gia troppo ci hanno colmato di scherni,

123:4 noi siamo troppo sazi
degli scherni dei gaudenti,
del disprezzo dei superbi.


124


124:1 Canto delle ascensioni. Di Davide.
Se il Signore non fosse stato con noi,
- lo dica Israele -

124:2 se il Signore non fosse stato con noi,
quando uomini ci assalirono,

124:3 ci avrebbero inghiottiti vivi,
nel furore della loro ira.

124:4 Le acque ci avrebbero travolti;
un torrente ci avrebbe sommersi,

124:5 ci avrebbero travolti
acque impetuose.

124:6 Sia benedetto il Signore,
che non ci ha lasciati,
in preda ai loro denti.

124:7 Noi siamo stati liberati come un uccello
dal laccio dei cacciatori:
il laccio si è spezzato
e noi siamo scampati.

124:8 Il nostro aiuto è nel nome del Signore
che ha fatto cielo e terra.


125


125:1 Canto delle ascensioni.
Chi confida nel Signore è come il monte Sion:
non vacilla, è stabile per sempre.

125:2 I monti cingono Gerusalemme:
il Signore è intorno al suo popolo
ora e sempre.

125:3 Egli non lascerà pesare lo scettro degli empi
sul possesso dei giusti,
perché i giusti non stendano le mani
a compiere il male.

125:4 La tua bontà, Signore, sia con i buoni
e con i retti di cuore.

125:5 Quelli che vanno per sentieri tortuosi
il Signore li accomuni alla sorte dei malvagi.
Pace su Israele!