Salmi Capitolo 126-130
126


126:1 Canto delle ascensioni.
Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.

126:2 Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
Il Signore ha fatto grandi cose per loro.

126:3 Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.

126:4 Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.

126:5 Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.

126:6 Nell'andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.


127


127:1 Canto delle ascensioni. Di Salomone. Se il Signore non costruisce la casa,
invano vi faticano i costruttori.
Se il Signore non custodisce la città,
invano veglia il custode.

127:2 Invano vi alzate di buon mattino,
tardi andate a riposare
e mangiate pane di sudore:
il Signore ne darà ai suoi amici nel sonno.

127:3 Ecco, dono del Signore sono i figli,
è sua grazia il frutto del grembo.

127:4 Come frecce in mano a un eroe
sono i figli della giovinezza.

127:5 Beato l'uomo che ne ha piena la farètra:
non resterà confuso quando verrà a trattare
alla porta con i propri nemici.


128


128:1 Canto delle ascensioni.
Beato l'uomo che teme il Signore
e cammina nelle sue vie.

128:2 Vivrai del lavoro delle tue mani,
sarai felice e godrai d'ogni bene.

128:3 La tua sposa come vite feconda
nell'intimità della tua casa;
i tuoi figli come virgulti d'ulivo
intorno alla tua mensa.

128:4 Così sarà benedetto l'uomo
che teme il Signore.

128:5 Ti benedica il Signore da Sion!
Possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme
per tutti i giorni della tua vita.

128:6 Possa tu vedere i figli dei tuoi figli.
Pace su Israele!


129


129:1 Canto delle ascensioni.
Dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato,
- lo dica Israele -

129:2 dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato,
ma non hanno prevalso.

129:3 Sul mio dorso hanno arato gli aratori,
hanno fatto lunghi solchi.

129:4 Il Signore è giusto:
ha spezzato il giogo degli empi.

129:5 Siano confusi e volgano le spalle
quanti odiano Sion.

129:6 Siano come l'erba dei tetti:
prima che sia strappata, dissecca;

129:7 non se ne riempie la mano il mietitore,
né il grembo chi raccoglie covoni.

129:8 I passanti non possono dire:
La benedizione del Signore sia su di voi,
vi benediciamo nel nome del Signore.


130


130:1 Canto delle ascensioni.
Dal profondo a te grido, o Signore;

130:2 Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia preghiera.

130:3 Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi potrà sussistere?

130:4 Ma presso di te è il perdono:
e avremo il tuo timore.

130:5 Io spero nel Signore,
l'anima mia spera nella sua parola.

130:6 L'anima mia attende il Signore
più che le sentinelle l'aurora.

130:7 Israele attenda il Signore,
perché presso il Signore è la misericordia
e grande presso di lui la redenzione.

130:8 Egli redimerà Israele
da tutte le sue colpe.