Salmi Capitolo 31-33
31


31:1 Al maestro del coro. Salmo. Di Davide.

31:2 In te, Signore, mi sono rifugiato,
mai sarò deluso;
per la tua giustizia salvami.

31:3 Porgi a me l'orecchio,
vieni presto a liberarmi.
Sii per me la rupe che mi accoglie,
la cinta di riparo che mi salva.

31:4 Tu sei la mia roccia e il mio baluardo,
per il tuo nome dirigi i miei passi.

31:5 Scioglimi dal laccio che mi hanno teso,
perché sei tu la mia difesa.

31:6 Mi affido alle tue mani;
tu mi riscatti, Signore, Dio fedele.

31:7 Tu detesti chi serve idoli falsi,
ma io ho fede nel Signore.

31:8 Esulterò di gioia per la tua grazia,
perché hai guardato alla mia miseria,
hai conosciuto le mie angosce;

31:9 non mi hai consegnato nelle mani del nemico,
hai guidato al largo i miei passi.

31:10 Abbi pietà di me, Signore, sono nell'affanno;
per il pianto si struggono i miei occhi,
la mia anima e le mie viscere.

31:11 Si consuma nel dolore la mia vita,
i miei anni passano nel gemito;
inaridisce per la pena il mio vigore,
si dissolvono tutte le mie ossa.

31:12 Sono l'obbrobrio dei miei nemici,
il disgusto dei miei vicini,
l'orrore dei miei conoscenti;
chi mi vede per strada mi sfugge.

31:13 Sono caduto in oblio come un morto,
sono divenuto un rifiuto.

31:14 Se odo la calunnia di molti, il terrore mi circonda;
quando insieme contro di me congiurano,
tramano di togliermi la vita.

31:15 Ma io confido in te, Signore;
dico: Tu sei il mio Dio,

31:16 nelle tue mani sono i miei giorni.
Liberami dalla mano dei miei nemici,
dalla stretta dei miei persecutori:

31:17 fà splendere il tuo volto sul tuo servo,
salvami per la tua misericordia.

31:18 Signore, ch'io non resti confuso, perché ti ho invocato;
siano confusi gli empi, tacciano negli inferi.

31:19 Fà tacere le labbra di menzogna,
che dicono insolenze contro il giusto
con orgoglio e disprezzo.

31:20 Quanto è grande la tua bontà, Signore!
La riservi per coloro che ti temono,
ne ricolmi chi in te si rifugia
davanti agli occhi di tutti.

31:21 Tu li nascondi al riparo del tuo volto,
lontano dagli intrighi degli uomini;
li metti al sicuro nella tua tenda,
lontano dalla rissa delle lingue.

31:22 Benedetto il Signore,
che ha fatto per me meraviglie di grazia
in una fortezza inaccessibile.

31:23 Io dicevo nel mio sgomento:
Sono escluso dalla tua presenza.
Tu invece hai ascoltato la voce della mia preghiera
quando a te gridavo aiuto.

31:24 Amate il Signore, voi tutti suoi santi;
il Signore protegge i suoi fedeli
e ripaga oltre misura l'orgoglioso.

31:25 Siate forti, riprendete coraggio,
o voi tutti che sperate nel Signore.


32


32:1 Di Davide. Maskil.
Beato l'uomo a cui è rimessa la colpa,
e perdonato il peccato.

32:2 Beato l'uomo a cui Dio non imputa alcun male
e nel cui spirito non è inganno.

32:3 Tacevo e si logoravano le mie ossa,
mentre gemevo tutto il giorno.

32:4 Giorno e notte pesava su di me la tua mano,
come per arsura d'estate inaridiva il mio vigore.

32:5 Ti ho manifestato il mio peccato,
non ho tenuto nascosto il mio errore.
Ho detto: Confesserò al Signore le mie colpe
e tu hai rimesso la malizia del mio peccato.

32:6 Per questo ti prega ogni fedele
nel tempo dell'angoscia.
Quando irromperanno grandi acque
non lo potranno raggiungere.

32:7 Tu sei il mio rifugio, mi preservi dal pericolo,
mi circondi di esultanza per la salvezza.

32:8 Ti farò saggio, t'indicherò la via da seguire;
con gli occhi su di te, ti darò consiglio.

32:9 Non siate come il cavallo e come il mulo
privi d'intelligenza;
si piega la loro fierezza con morso e briglie,
se no, a te non si avvicinano.

32:10 Molti saranno i dolori dell'empio,
ma la grazia circonda chi confida nel Signore.

32:11 Gioite nel Signore ed esultate, giusti,
giubilate, voi tutti, retti di cuore.

33




33:1 Esultate, giusti, nel Signore;
ai retti si addice la lode.

33:2 Lodate il Signore con la cetra,
con l'arpa a dieci corde a lui cantate.

33:3 Cantate al Signore un canto nuovo,
suonate la cetra con arte e acclamate.

33:4 Poiché retta è la parola del Signore
e fedele ogni sua opera.

33:5 Egli ama il diritto e la giustizia,
della sua grazia è piena la terra.

33:6 Dalla parola del Signore furono fatti i cieli,
dal soffio della sua bocca ogni loro schiera.

33:7 Come in un otre raccoglie le acque del mare,
chiude in riserve gli abissi.

33:8 Tema il Signore tutta la terra,
tremino davanti a lui gli abitanti del mondo,

33:9 perché egli parla e tutto è fatto,
comanda e tutto esiste.

33:10 Il Signore annulla i disegni delle nazioni,
rende vani i progetti dei popoli.

33:11 Ma il piano del Signore sussiste per sempre,
i pensieri del suo cuore per tutte le generazioni.

33:12 Beata la nazione il cui Dio è il Signore,
il popolo che si è scelto come erede.

33:13 Il Signore guarda dal cielo,
egli vede tutti gli uomini.

33:14 Dal luogo della sua dimora
scruta tutti gli abitanti della terra,

33:15 lui che, solo, ha plasmato il loro cuore
e comprende tutte le loro opere.

33:16 Il re non si salva per un forte esercito
né il prode per il suo grande vigore.

33:17 Il cavallo non giova per la vittoria,
con tutta la sua forza non potrà salvare.

33:18 Ecco, l'occhio del Signore veglia su chi lo teme,
su chi spera nella sua grazia,

33:19 per liberarlo dalla morte
e nutrirlo in tempo di fame.

33:20 L'anima nostra attende il Signore,
egli è nostro aiuto e nostro scudo.

33:21 In lui gioisce il nostro cuore
e confidiamo nel suo santo nome.

33:22 Signore, sia su di noi la tua grazia,
perché in te speriamo.